La pentolaccia 2.0

La “pentolaccia” era un gioco antico che consisteva nel cercare di rompere un contenitore in terracotta appeso in aria, pieno di dolci, con un bastone mentre si era bendati.
Una versione più moderna del gioco prevede l’utilizzo di una “pentolaccia” costruita con il cartone (per esempio una scatola da scarpe), ripiena di regalini e appesa ad un ramo. I piccoli bendati, a turno e con il bastone ricorperto di gommapiuma per evitare incidenti) devono cercare di rompere la scatola aggiudicandosi il contenuto.

La “pentolaccia 2.0”, invece, è la nostra personale rivisitazione del gioco, versione che è possibile svolgere anche al chiuso.


***

Tipo:
gioco di abilità
Dove: ovunque
Numero giocatori: da 2 in su + una persona esterna al gioco (un adulto o un bambino a turno)
Cosa serve: scatola di cartone (per esempio quelle per le scarpe), carta, penne e oggetto misterioso

L’adulto (o il bambino esterno al gioco per un turno) inserirà nella “pentolaccia 2.0” un oggetto che dovrà essere identificato dai giocatori.

Ogni bambino ha diritto a 5 indizi che riguardano l’oggetto misterioso, che sono:

  • 1 - colore
    Se ha un colore dominante e determinante lo si dichiara (per esempio una fragola che può essere solo rossa), altrimenti l’indizio sarà “vari colori” (per esempio una fotografia) oppure “ininfluente”, nel caso l’oggetto possa essere di vari colori (per esempio una maglia).
  • 2 - lettera iniziale del nome (o iniziali nel caso di un nome composto – es. Ferro Da Stiro)
  • 3 - un aggettivo che caratterizza l’oggetto misterioso (per es: morbido,  ruvido,  tondo,  pesante,  corto,  vegetale,  brutto, molle,  strano,  resistente,  lucido,  secco,  artificiale…)
  • 4 - domanda si/no (per esempio: “ si mangia?” - “rotola?” - “profuma?” ecc…)
    Domanda libera alla quale l’adulto può solo rispondere con si o no.
    Il bambino dovrà scrivere la domanda su un foglietto e consegnarlo all’adulto che risponderà si o no.
  • 5 - Prendere in mano la scatola (per valutare peso e “mobilità”)

Gli indizi n.1-2-3 saranno scritti su un foglietto che l’adulto mostrerà a chi ne farà richiesta.

Ad ogni turno ogni bambino decide quale degli indizi richiedere (non necessariamente devono andare nello stesso ordine, ma avranno comunque gli stessi aiuti).

Alla fine di ogni giro i bambini hanno una possibilità di indovinare, scrivendo l’oggetto pensato su un foglio che leggerà solo l’adulto e che dirà se è giusto o sbagliato.

Se al quinto giro nessuno avrà indovinato, l’adulto può dare un ulteriore indizio a sua discrezione a tutti e si riparte con i tentativi fino a quando non verrà scoperto l’oggetto misterioso.

Se l’oggetto viene scoperto entro i primi cinque giri il vincitore guadagna 5 punti, se viene scoperto successivamente guadagnerà solo 1 punto. Se entro i primi cinque giri o nei successivi l’oggetto viene indovinato da più bambini, il relativo punteggio viene ovviamente attribuito a tutti i vincitori.

Variante
Per renderlo più simile al gioco antico, l’oggetto misterioso da indovinare può essere anche un regalino che poi viene donato a chi ne indovina l’identità.

 

 

Tags: giocare al chiuso, giocare all'aperto

© RIPRODUZIONE RISERVATA | Seguici su